Seleziona una pagina

Diventare pescetariano significa adottare un nuovo regime alimentare in cui si sostituisce completamente la carne con il pesce. Si parla nel linguaggio comune anche di pesco vegetariani perché è una forma di vegetarianesimo che non rinuncia completamente alle proteine animali.

pescetariano-pesco-vegetariano

In Italia è un modello nutrizionale non molto diffuso, ma negli Stati Uniti sono tante le celebrità ad averlo adottato. Steve Jobs ad esempio era pescetariano. In questa pagina vedremo che significa e cosa mangia un pesco vegetariano.

Ecco gli argomenti che tratteremo:

Che cos’è il pescetarianismo

E’ un modello alimentare che per definizione esclude dalla propria dieta qualsiasi tipo di carne animale, ad eccezione di pesci, molluschi e crostacei. Si tratta sostanzialmente di un regime vegetariano espanso, tanto è vero che viene spesso indicato anche con il termine pesco-vegetariano.

Curiosità

Il termine pescetariano nasce all’inizio degli anni ’90 con un neologismo coniato proprio dalla lingua italiana

Che cosa mangia il pescetariano

A differenza del vegano, il pescetariano non ha eliminato completamente le fonti animali dalla propria alimentazione. Possono essere quindi tranquillamente mangiati frutta, verdura, semi, grano, legumi, … e il pesce. Una dieta pescetariana non solo proibisce la carne di maiale, vitello, pollo, tacchino, manzo, … ma esclude anche la carne di tartaruga, le rane, balene e altri mammiferi presenti in acqua. Non è vietato invece il consumo di latticini, uova e miele, che invece i vegani evitano.

Perché diventare pescetariano

Lo stile di vita pesco-vegetariano può essere adottato per diverse ragioni:

  • di transizione – il primo passo infatti per diventare vegani o vegetariani è quello di rinunciare alla carne. Per abituarsi in modo graduale all’allontanamento dalle proteine animali, molte persone scelgono di continuare a mangiare pesce per un determinato periodo.
  • salutista – diventare pescetariano comporta numerosi vantaggi, come potrai leggere in seguito. Di sicuro rinunciare alla carne comporta un allontanamento da molte fonti di grassi saturi che portano problemi al colesterolo.
  • etica –  evitare di mangiare carne significa essere contrari agli allevamenti intensivi, alle sofferenze a cui vengono sottoposti ogni giorno migliaia di animali nati per morire (1)
  • ambientale – un rapporto della FAO del 2006 evidenzia come gli allevamenti intensivi di bestiame rappresentino uno dei problemi più grossi del nostro pianeta. Aumentano gli agenti inquinanti, peggiorano la qualità delle acque e producono più gas serra di tutti i mezzi di trasporto.(2)

Pro e contro di questa alimentazione

Rinunciare alla carne rossa significa allontanarsi da un alimento che, assunto in elevate quantità, provoca infiammazioni ed aumenta il rischio di tumori all’apparato digerente (3). Evitare di mangiare carne significa inoltre limitare il consumo di grassi saturi, responsabile diretto dell’aumento dei trigliceridi e del colesterolo cattivo. Sostituire questo alimento con il pesce, come previsto nella dieta pesco-vegetariana, comporta invece un aumento dei grassi buoni tipo insaturo, i cosiddetti omega 3.

Lo sapevi che

la dieta mediterranea è molto simile al modello alimentare pesco-vegetariano. Basti pensare che i nostri nonni, o i nostri bis-nonni, non potevano permettersi la carne, considerata una volta un lusso. Soprattutto nei paesi vicino al mare si mangiava pesce, cereali, legumi e tante verdure.

Uno degli svantaggi di diventare pescetariano è che anche il consumo di pesce purtroppo non è più sicuro. L’elevata presenza di inquinanti o di allevamenti intensivi nel settore ittico ha reso alcuni alimenti potenzialmente tossici. Dal tonno contenente mercurio, agli allevamenti di salmone che contengono invece agenti coloranti, bisogna fare molta attenzione a ciò che si mangia. Per questa ragione noi consigliamo il consumo frequente di pesce azzurro, specie ittiche pescate nel Mediterraneo, di piccola dimensione e che hanno una vita relativamente breve e quindi non accumulano metalli pesanti.

Personaggi famosi pescetariani

Non si tratta della nuova moda alimentare del momento, ma di un regime alimentare che può portare notevoli miglioramenti nella propria vita. In America sono centinaia di migliaia le persone che hanno rinunciato alla carne sostituendola con il pesce e numerosi personaggi famosi sono pescetariani.

La Regina Sofia di Spagna, l’attore di X-Files David Duchovny, il co-fondatore di Apple Steve Jobs, Brigitte Bardot, il campione mondiale di tennis Novak Djokovic, Danii Minogue cantante e sorella della più famose Kylie, la cantante Tracy Chapman, CM-Punk wrestler canadese.

Fonti e bibliografia:

Condividi questo articolo

FacebookWhatsAppGoogle+LinkedInPin It